Spedizione gratuita a partire da € 39

Bava di lumaca

Bava di lumaca

La bava di lumaca è un ingrediente molto interessante nell’industria cosmetica per vari motivi. Questa sostanza vischiosa e trasparente prodotta dalle lumache ha dimostrato di avere numerosi benefici per la pelle. Tra le proprietà cosmetiche più apprezzate vi è la capacità di idratare in profondità la pelle, ridurre le rughe e le cicatrici, e favorire la produzione di collagene ed elastina, essenziali per mantenere la pelle giovane e tonica.

Storicamente, l’uso della bava di lumaca risale all’antico Egitto, dove Cleopatra stessa era nota per utilizzare questo ingrediente per mantenere la sua pelle luminosa e giovane. Negli ultimi anni, la bava di lumaca ha guadagnato popolarità nell’industria cosmetica moderna per le sue proprietà rigenerative e idratanti.

La bava di lumaca è ricca di antiossidanti, vitamine e proteine che aiutano a riparare la pelle danneggiata, ridurre l’infiammazione e migliorare la texture della pelle. Sebbene possa sembrare insolito, molti prodotti per la cura della pelle contengono bava di lumaca come ingrediente chiave per promuovere una pelle sana e giovane.

Composizione della bava di lumaca

La bava di lumaca contiene una serie di ingredienti benefici per la pelle, che contribuiscono alle sue proprietà cosmetiche. Ecco alcuni degli ingredienti naturali contenuti nella bava di lumaca ei loro rispettivi benefici per la pelle

Allantoina: Questo composto ha proprietà lenitive, idratanti e rigeneranti. Aiuta a ridurre le irritazioni cutanee, promuove la rigenerazione delle cellule della pelle e favorisce la guarigione di cicatrici e ferite.

Acido glicolico: Questo acido è noto per le sue proprietà esfolianti, che aiutano a rimuovere le cellule morte e stimolare il rinnovamento cellulare. Contribuisce a rendere la pelle più liscia,

Proteine ed enzimi: Le proteine e gli enzimi presenti nella bava di lumaca sono cruciali per la produzione di collagene ed elastina, che sono essenziali per mantenere la pelle giovane,

Antiossidanti: La bava di lumaca contiene vari antiossidanti, come la vitamina E, che aiuta a proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi e a ridurre i segni

Insieme, questi ingredienti lavorano sinergicamente per idratare, nutrire e rigenerare la pelle, rendendo la bava di lumaca un ingrediente prezioso per la cosmetica naturale.

Utilizzo della bava di lumaca

La bava di lumaca viene spesso utilizzata in prodotti per la cura della pelle per i suoi presunti benefici idratanti, rigeneranti e lenitivi. 

Si consiglia di applicarla su una pelle pulita e asciutta, preferibilmente prima di coricarsi, in modo che possa agire durante la notte. Puoi spalmarla delicatamente sul viso, collo o altre zone desiderate e lasciarla assorbire completamente. Tieni presente che è sempre consigliabile fare una prova preliminare su una piccola area della pelle per verificare eventuali reazioni allergiche o sensibilità. Se hai domande più specifiche o desideri ulteriori dettagli, non esitare a chiedere!

Effetti benefici della bava di lumaca

La bava di lumaca è spesso elogiata per i suoi presunti benefici per la pelle. Alcuni dei potenziali effetti positivi includono:

1. Idratazione: La bava di lumaca è ricca di sostanze idratanti che possono aiutare a mantenere la pelle morbida e idratata.

2. Rigenerazione della pelle: Si crede che la bava di lumaca possa favorire la rigenerazione delle cellule cutanee, contribuendo a ridurre cicatrici, macchie scure e segni di invecchiamento.

3. Lenitivo e calmante: Grazie alle sue proprietà lenitive, la bava di lumaca può aiutare a ridurre l’infiammazione sulla pelle e lenire irritazioni cutanee come arrossamenti e acne.

4. Antiossidante: Contiene antiossidanti che possono contribuire a proteggere la pelle dai danni causati dai radicali liberi e dall’inquinamento ambientale.

5. Luminosità e uniformità: Si ritiene che l’uso regolare di prodotti contenenti bava di lumaca possa favorire una pelle più luminosa, uniforme e levigata.

Ricorda che gli effetti della bava di lumaca possono variare da persona a persona, quindi è importante fare una prova preliminare e consultare un dermatologo se hai preoccupazioni specifiche sulla tua pelle.

Chi e dove è stata scoperta la bava di lumaca

La bava di lumaca è stata scoperta per la prima volta in Cile, dove i contadini notarono che le proprie mani diventavano più lisce e guarivano più velocemente dalle ferite dopo aver manipolato lumache. Successivamente, i contadini cileni iniziarono a utilizzare la bava di lumaca per scopi curativi e cosmetici.

L’uso della bava di lumaca nei prodotti per la cura della pelle è diventato popolare in Corea del Sud negli anni ’80, dove sono stati condotti studi sulle sue presunte proprietà benefiche. Da allora, la bava di lumaca è diventata un ingrediente comune in molti prodotti per la cura della pelle in tutto il mondo.

La bava di lumaca è diventata oggetto di interesse per l’industria cosmetica grazie alle sue presunte proprietà idratanti, rigeneranti e lenitive per la pelle.

Ci sono controindicazioni riguardo l’utilizzo della bava di lumaca

L’utilizzo di prodotti a base di bava di lumaca non presenta controindicazioni: la bava di lumaca è considerata un ingrediente cosmetico sicuro per gran parte delle persone, in qualsiasi età.

Inoltre, essendo un prodotto naturale lenitivo, protettivo e idratante, è particolarmente adatta anche per pelli sensibili.

Tuttavia, è molto importante scegliere accuratamente i prodotti cosmetici da utilizzare. Affinché siano efficaci, dovrebbero contenere un’alta percentuale di bava di lumaca, essere dermatologicamente testati e possibilmente nichel tested.

La bava di lumaca da sola non basta: è l’insieme di tutti gli ingredienti che garantisce la sicurezza e l’efficacia di un prodotto!

Qual’è la razza di lumache utilizzata per l’estrazione della bava di lumaca?

Esistono diverse specie di lumache ad esempio: Helix aspersa, Helix pomatia, Helix aperta, Helix lucorum, ecc. La specie che contiene la percentuale maggiore di principi attivi utili al benessere della pelle è la Helix aspersa, nello specifico la Helix aspersa Müller.

La Helix aspersa Muller è una chiocciola molto versatile, infatti si adatta facilmente a tutte le condizioni climatiche.

Come si estrae la bava di lumaca

La stimolazione avviene per mezzo di una lieve rotazione meccanica del cestello contenente le chiocciole che ne provoca la sbavatura, unica forma di protezione della chiocciola. La bava di lumaca viene raccolta nel vassoio sottostante, per poi essere sottoposta a filtrazione tramite una pompa filtro a cartoni. Questa fase si suddivide in due step, il primo di sgrossatura, dove vengono rimossi i residui più grandi e il secondo di semi-sterilizzazione, che determina una purificazione molto più intensa del passaggio precedente. Ne consegue lo stoccaggio in taniche in HDPE e l’aggiunta del conservante, che consente di aumentare la durevolezza del prodotto, fino a 24 mesi, anche a temperatura ambiente.

Provenienza della bava di lumaca

La bava di lumaca presente nei nostri prodotti, proviene dalla nostra azienda agricola certificata biologica, pertanto è un prodotta dalle spiccate proprietà ogenolettiche e cosmetiche oltre che a km 0. Ciò, ci consente di ottenere un prodotto nella sua massima purezza, al contrario di quanto accade con altre produzioni dove viene inserita un quantità di acqua non meglio specificata.

Testimonianze scientifiche sulla bava di lumaca

La chiocciola zigrinata (Helix aspersa), la specie di lumaca più studiata per la cura della pelle, produce una bava pubblicizzata come idratante, ricca di antiossidanti e in grado di stimolare nuovo collagene, che può ridurre i segni dell’invecchiamento, secondo Joshua Zeichner, dermatologo del Mount Sinai Hospital.

Secondo la dermatologa Elizabeth Bahar Houshmand, borsista dell’Accademia americana di dermatologia, i consumatori acquistano prodotti a base di bava di lumaca per riparare la pelle danneggiata e per garantirne l’idratazione. La bava è ricca di vitamine naturali A ed E, antiossidanti che possono ridurre l’infiammazione e i segni dell’invecchiamento, e contiene peptidi che stimolano la produzione di collagene, aggiunge Houshmand. Tuttavia, Houshmand afferma che sono necessari altri esperimenti più ampi per dimostrare alcuni degli effetti della bava di lumaca e per comprendere meglio i suoi principi attivi.

È stato provato che l’estratto di bava di lumaca crea una barriera protettiva tra la pelle e l’inquinamento atmosferico. Uno studio ha utilizzato un modello di pelle tridimensionale e lo ha esposto all’ozono; la “pelle” non protetta dall’estratto di muco si è infiammata e ha mostrato segni di invecchiamento dovuti allo stress ossidativo, che causa rughe e tono della pelle non uniforme. La “pelle” protetta dall’estratto di muco ha mostrato meno infiammazioni.

Gli scienziati stanno anche studiando come la bava di lumaca possa essere utilizzata in altri campi, oltre che nella cura della pelle. È dimostrato che la bava di lumaca può aiutare la guarigione delle ferite e trattare le ustioni. Ha inoltre proprietà antibatteriche e antimicotiche.

Un altro studio ha testato la capacità della bava di lumaca di bloccare i batteri nelle ferite: alcuni tipi sono risultati migliori degli antibiotici commerciali, tra cui l’amoxicillina e la streptomicina. Le prime ricerche suggeriscono che la bava potrebbe avere anche capacità antitumorali: la bava di chiocciola zigrinata ha inibito con successo la crescita delle cellule del cancro della pelle in laboratorio.

 

Studi scientifici sulla bava di lumaca

Per comprendere meglio la bava di lumaca, Antonio Cerullo, biochimico della City University di New York, ha raccolto lumache da un allevamento di escargot e ha analizzato i loro tre tipi di bava: quella protettiva sul dorso, quella adesiva sul piede (il corpo molle che appoggia sul terreno) e quella lubrificante sul piede.

Ogni tipo presenta proprietà distinte, tra cui rigidità e adesività, e composizioni biochimiche diverse.

In natura questi diversi tipi di bava hanno funzioni diverse, spiega Cerullo. Quella utilizzata principalmente per la lubrificazione ha una maggiore quantità di collagene, che la rende più compatta; quella utilizzata per aderire ha una maggiore quantità di calcio, che la rende più appiccicosa. Si tratta di proprietà che aiutano la lumaca a muoversi e a fare presa sulle superfici.

Isolare le molecole specifiche responsabili di queste proprietà e sintetizzarle per uso commerciale è un compito complicato.

La microbiologa Roberta Rizzo e il chimico Claudio Trapella dell’Università di Ferrara hanno analizzato oltre 100 diversi prodotti a base di bava di lumaca, trovando grandi discrepanze nella qualità. Tutto, dalle diverse pratiche di alimentazione e allevamento alle modalità di raccolta della bava, influisce sul prodotto finale, spiegano Rizzo e Trapella.

Ma la bava di lumaca ha un potenziale che va oltre la cura della pelle, sostiene Adam Braunschweig, chimico della City University di New York.

Può essere utilizzata come collante per la riparazione di ferite, per trattare ulcere e infezioni interne e come adesivo naturale nella bioingegneria. La bava di lumaca funziona bene anche come sostanza per la somministrazione di medicinali, spiega Braunschweig. Se assunta insieme ai farmaci, aiuta le membrane mucose del corpo ad assorbire il trattamento.

La bava di lumaca trova inoltre applicazione in modi non convenzionali: è stata utilizzata per produrre colliri che sfruttano la lubrificazione naturale delle lumache per trattare i casi di occhio secco.

Uno sconto speciale per te!

ISCRIVITI PER RICEVERE IN NOSTRI CONSIGLI E SUGGERIMENTI DI BEAUTY CARE.
INOLTRE RICEVERAI UN COUPON
DA UTILIZZARE SUL TUO PRIMO ORDINE!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Back to top
Benvenuti

Nella nostra fattoria cosmetica

Cerca il prodotto cosmetico eco bio più indicato al tuo tipo di pelle
Store locator

Punti vendita

Seguici e interagisci con noi